top of page

Don Cristobal

Questo modello è stata creato appositamente da Pierangelo Summa in occasione della sua messa in scena de El retablillo de Don Cristóbal di Federico Garcia Lorca, negli anni 2000, in Francia. E' stato forse l'ultimo modello da lui creato. Questa maschera è proprio quella del personaggio omonimo. Ha caratteristiche simili a quelle di un Pulcinella, ma anche a quelle di una Brighella: occhi semiaperti o, almeno, piccoli, rughe di stanchezza segnate dal lavoro, sulla fronte, naso schiacciato, zigomi alti (Pulcinella); forma arrotondata del viso, del naso e dei lineamenti in generale, pesantezza del corpo, espressione piuttosto seria (Brighella). Queste specificità rivelano il carattere del personaggio: a volte capace di grande violenza, a volte timido e codardo; non molto colto ma intelligente quando necessario; ingannato ma anche ingannevole; piccolo padrone, e servitore allo stesso tempo. In senso stretto non appartiene alla tradizione della Commedia dell'Arte, ma è in linea con le maschere del teatro popolare e del teatro delle marionette.

Pierangelo Summa, a cura di Robin Summa, La maschera è libertà, Storia di un'insurrezione teatrale. Vol. 1: le origini della Commedia dell'Arte e qualche suo personaggio, Il Quaderno Edizioni.

bottom of page